lunedì 5 marzo 2012

Il popolo viola e il qualunquismo italiano: lasciatemi sfogare

Se il Popolo viola è nato come un movimento di iniziativa popolare, mosso dall'esasperazione generale causata dal governo Berlusconi, ultimamente sta decisamente perdendo colpi.
Mi sono resa conto di questa perdita di "qualità" della gente che scrive sulla pagine del Popolo viola su Facebook già da un po', ma questa sera ne ho avuto la conferma.


Nasce tutto da un commento che ho trovato un po' fuori
luogo: accostando una foto di Ferrandelli (che ha vinto le primarie del centro sinistra come candidato sindaco a Palermo) e di Cetto La Qualunque, personaggio di Antonio Albanese, scrivevano "é uguale". Ma aldilà della foto in sè la cosa che mi ha stupito e urtato è stata la sfilza di commenti che si aggiungevano sotto e che denotavano la più assoluta disinformazione, da chi pensava che Ferrandelli fosse il candidato del centro-destra ad uno che pensava Rita Borsellino fosse la moglie del giudice ucciso.


Molto urtata da quanto scrivevano queste pecorelle viola, ho scritto quanto segue sulla bacheca della pagina:



Quanta pochezza e quanta disinformazione leggo nelle cose che pubblicate. Ma soprattutto, dopo la "battuta" che avete fatto su Ferrandelli che comunque la si voglia vedere è un candidato di sinistra e viste le precedenti esperienze di Palermo, qualora diventasse sindaco non potremmo che guadagnarci. Siete fatti della stessa pasta di grillini e compagnia che si lamentano di tutto e tutti e non propongono mai soluzioni concrete ai problemi. Cancello il mio "mi piace", ovviamente.

Ovviamente non mi aspettavo che mi avrebbero risposto con cortesia, ma ciò che mi sarei aspettata da un movimento democratico, dal basso, che spesso condivide valori di sinistra sarebbe stato un minimo di contraddittorio, una richiesta di ulteriori spiegazioni, o almeno, un minimo di autodifesa.
No, sono partiti in pieno stile berlusconiano a dirmi di andare via, una mi ha addirittura presa in giro perchè su Facebook utilizzo un nick-name, cosa che fa la maggior parte degli iscritti (vabè ma la tipa di chiamava Giancarla, si capisce avesse problemi con i nomi xD).
Questo allegro teatrino continua anche mentre scrivo questo post e in effetti quella che all'inizio era stizza adesso sta scemando in allegria corretta da un po' di amarezza. Allegria perchè sono divertenti come le scimmie ammaestrate. Amarezza perchè questa è l'Italia, da un lato ci sono quelli corrotti, mafiosi o fascisti, interessati solo a se stessi e ai propri tornaconto, dall'altro lato ci sono quelli inconcludenti che devono criticare tutto per forza, per sentirsi più intelligenti, che si dicono anti Berlusconi ma che puntualmente fanno il suo gioco e che non hanno la più pallida idea di cosa significhi fare gli interessi del Paese.
Dopo decine di commenti e contro-commenti in cui gli chiedo di controbattere su argomenti inerenti il popolo viola e non il mio nick scrivo questo:

io sto qui a parlare con voi perchè credo fortemente nel dialogo e perchè è veramente brutto vedere che fine abbia fatto un movimento come il popolo viola nato da presupposti eccellenti. ovviamente mi aspettavo che avreste criticato ciò che ho scritto in bacheca, ma ero preparata al confronto con delle persone adulte che avrebbero difeso i principi del movimento a cui appartengono. mi sono trovata davanti due donnette starnazzanti che il massimo che sono riuscite ad oppormi è stata una critica nei confronti del mio nickname. questo mi fa dedurre che siete qua dentro non perchè condividiate davvero degli ideali, forse ci state perchè va di moda fare gli oppositori, perchè ve l'ha chiesto un amico, perchè il vento quel giorno tirava verso il popolo viola e voi avete deciso di seguirlo, chissà..
ed una delle due donne che si sono prese la briga di prendermi in giro scrive all'altra:
Mollo anch'io Anto, non sono all'altezza di colloquiare con Amaranthine Mess.
Quanta pochezza, dicevo.
ps: aggiornamento dell'ultim'ora, adesso mi attaccano perchè ho messo un emoticon alla fine di una frase..ddiomio..


Se non cancellano il commento - visto che ormai da 'sta gente mi aspetto di tutto - potete trovare tutta discussione qui

Nessun commento:

Posta un commento

Caro Anonimo, se vuoi insultarmi devi almeno metterci la faccia. Se non lo farai il tuo commento non verrà pubblicato perché allora non sarai una persona che vuole muovere una critica ma solo uno che vuole litigare. E io ho cose ben più serie da fare, nella vita, che litigare con uno che non ha neppure il coraggio delle proprie parole :)