domenica 25 novembre 2012

Vincere alla lotteria

E' come se un giorno qualcuno vi dicesse che avete vinto la lotteria.
Anche voi iniziereste a chiedere conferme, continuereste a dire sicuri? ne siamo certi? non avete sbagliato persona?
E poi arriva un grosso bonifico sul vostro conto e voi lo potete vedere, ci sono davvero tanti numeri e tanti zeri eppure ancora non ci credete, restate svegli la notte temendo che presto o tardi telefonerà il direttore della banca dicendo ci scusi signor*, c'è stato un grosso sbaglio.
Potreste farci qualsiasi cosa con quei soldi, potreste finalmente essere felici - anche se il denaro non fa la felicità, lo so, ma questa è solo una metafora dopotutto -  e invece rimanete lì giornate intere a chiedervi se sono veramente vostri o se li meritate o se domani o fra qualche ora arriverà quella telefonata e allora sarà tutto finito.
Non li investite quei soldi, li lasciate lì, fate qualche piccolo acquisto ma non ci comprate una casa né ci aprite un'attività perchè continuate a credere che non siano vostri e se domani qualcuno li vorrà indietro voi non volete correre il rischio di averli spesi tutti perchè se ciò dovesse avvenire voi sareste avvero disperati. Non avreste modo di ridare indietro ciò che avete speso.
Dovremmo soltanto essere in grado di non aver paura.

Nessun commento:

Posta un commento

Caro Anonimo, se vuoi insultarmi devi almeno metterci la faccia. Se non lo farai il tuo commento non verrà pubblicato perché allora non sarai una persona che vuole muovere una critica ma solo uno che vuole litigare. E io ho cose ben più serie da fare, nella vita, che litigare con uno che non ha neppure il coraggio delle proprie parole :)