lunedì 18 luglio 2016

Le mie 5 citazioni preferite

citazioni libri


Salve a tutti e benvenuti su AmaranthineMess - bookblog!

Scusate il ritardo, questo post dovrebbe esser pubblicato di venerdì ma avevo bisogno di tempo per stare a casa e recuperare dalla libreria tutti i libri dai quali ho preso le citazioni quindi ho avuto bisogno di aspettare il weekend!
Partiamo?

Quali sono le vostre 5 citazioni preferite? Se volete partecipare a questo "tag" iscrivetevi al "tag originale" di Twin Books Lovers e linkatemi i vostri post/video/foto!


Virginia Woolf, Mrs Dalloway (1925)

Le prime due posizioni vengono occupate dalla mia amata Virginia Woolf e dal suo amatissimo Mrs Dalloway. Si tratta rispettivamente dell'incipit del libro e di un pensiero di Septimus Warren Smith.

"La signora Dalloway disse che i fiori li avrebbe comprati lei. Quanto a Lucy aveva già il suo daffare. Si dovevano togliere le porte dai cardini; gli uomini di Rumpelmayer sarebbero arrivati tra poco. E poi, pensò Clarissa Dalloway, che mattina - fresca come se fosse stata appena creata per dei bambini su una spiaggia.

"Un passero si poggiò sulla cancellata di fronte; cinguettò Septimus, Septimus, per quattro o cinque volte e, cavandosi di gola le note, continuò a cantare fresco e penetrante in greco; il male non esiste, cantava e, insieme a un altro passero che si unì a lui, con voci dispiegate e acute, in greco, cantavano da sopra gli alberi nel prato della vita aldilà di un fiume dove i morti camminano, da sopra gli alberi nel prato cantavano che la morte non c'è." 
Colette, Il puro e l'impuro (1941)

In terza posizione abbiamo Colette con il suo bellissimo Il puro e l'impuro:

""No, lei non era come una figlia, per me. Una maternità autentica in certi momenti non si salva dall'ostilità, non è forse vero? No, per me non era come un'amante. Io dimenticavo che era bella; dimenticavo che ci eravamo unite a dispetto di un uomo, nella profonda e progressiva indifferenza di quest'uomo. Il nostri infinito era talmente puro, che non avevo mai pensato alla morte...""


Charles Bukowski, Sui gatti
La quarta posizione è di Charles Bukowski ed è tratta dal suo On cats:

"un gatto passa e si scrolla Shakespeare dalla schiena"

Vasco Pratolini, Cronache di poveri amanti (1947)
Per la quinta posizione ho un po' sofferto. Avrei voluto inserire tante citazioni da libri stupendi ma infine mi sono decisa per Cronache di poveri amanti di Vasco Pratolini:


"Era un fascista che correva all'impazzata. Con la disperazione di un fascista della classe 1900, che ha mancato la Guerra e la Rivoluzione. Ed è forse in ritardo anche la seconda ondata. In più lo spingeva il livore, tanto forte quanto forte era stata la violenza subita da parte di Ugo. E' spaventoso il volto del codardo visitato dall'audacia! Era la corsa della Disperazione e del Livore incontro alla Vendetta, all'Eccidio."


Fatemi sapere quali sono le vostre 5 citazioni preferite! :)


12 commenti:

  1. Ciao! Sono stupende le citazioni della Woolf! Vorrei leggere qualcosa di suo, prima o poi, anche se dicono che abbia uno stile piuttosto impegnativo. Tu come l'hai trovato?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mrs Dalloway ho dovuto ricominciarlo una seconda volta. Avevo iniziato a leggerlo ma non mi ero concentrata molto e non stavo capendo nulla così arrivata quasi a metà del libro ho detto no, allora, io questo libro devo capirlo e l'ho ricominciato e allora sì, è stato amore :) Lo stile della Woolf è connesso al suo tempo, siamo davanti ad uno strabiliante esempio di modernismo con tutti gli annessi e connessi :)

      Elimina
  2. Citazioni molto interessanti!!
    Le parole di Virginia Woolf mi affascinano molto, dovrei sicuramente leggere più opere di questa grande scrittrice!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, diffondiamo l'amore per la piccola Virginia! :)

      Elimina
  3. Hai citato tutti grandi autori/autrici di cui non ho mai letto nulla....devo rimediare vero???
    Il gatto che si scrolla Shakespeare.....che immagine fortissima!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche a me ha colpito parecchio! Di solito non compro libri di poesia, questo me l'ha regalato il consorte e questa frase si trova a poche pagine dall'inizio quindi mi ha colpito subito tantissimo

      Elimina
  4. Ciao Amaranthine! Sono molto colpita delle citazioni che hai scelto, penso proprio che le copierò tutte sul mio quadernetto apposito!! Di Colette ho letto per ora solamente Chéri, ma "il puro e l'impuro" sembra davvero un bel libro, la frase che hai scelto è bellissima!! Della Wolfe ho letto solo "Le Onde" e mi piacerebbe continuare, pensavo al libro "Una stanza tutta per sé", ma se mi puoi consigliare un titolo sarò felice di darti ascolto!
    Bukowski sarebbe finito sicuramente tra le mie 5 citazioni, peccato che per motivi di tempo questa volta non farò in tempo a preparare il post, anche se ci tenevo un sacco!!
    Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, che bello aiutare ad accrescere i problemi di accumulo libresco della gente ahahaha :D Della Woolf posso consigliarti Gli anni: è un libro piuttosto corposo che, unito allo stile un po' particolare della Woolf non lo rende proprio una letturina che scivola via però la trama è bellissima parla dell'"evoluzione" negli anni, appunto, di una famiglia.

      Elimina
  5. Io trascrivo spesso le citazioni però non so se riuscirei a scegliere le mie preferite, ognuna a suo modo mi trasmette qualcosa di speciale.
    Bellissimo il tuo blog, ti seguo :)

    RispondiElimina

Caro Anonimo, se vuoi insultarmi devi almeno metterci la faccia. Se non lo farai il tuo commento non verrà pubblicato perché allora non sarai una persona che vuole muovere una critica ma solo uno che vuole litigare. E io ho cose ben più serie da fare, nella vita, che litigare con uno che non ha neppure il coraggio delle proprie parole :)