martedì 6 dicembre 2016

Un libro & un dolcetto - biscotti all'arancia e Oliver Twist


biscotti arancia oliver twist natale

Buongiorno miei cari,
il mio fanatismo natalizio mi ha portata a disertare il consueto nostro appuntamento del martedì con una recensione. Oggi vi beccate il primo appuntamento di quella che vorrei diventasse una rubrica dicembrina ovvero Un libro & un dolcetto.

Quando ero ragazzina credevo ci fosse una stretta connessione fra dolci, letteratura e musica e spesso mi cimentavo in improbabili abbinamenti fra dessert al cucchiaio e opere di Mozart.
Così, oggi provo a fare un salto nel passato, torno ad essere la Elena sedicenne e vi dico che i biscotti all'arancia, secondo me, stanno proprio bene con Oliver Twist.

Perché non vi cimentate anche voi?
Suggeritemi un abbinamento dolce-libro!



Ho appena finito di cuocere dei biscotti all'arancia.
Li ho preparati perché sentivo il bisogno di riprendermi pezzi di Natale che mi sono persa per strada. Ecco la mia ricetta:




biscotti arancia oliver twist nataleIngredienti:

500g farina 00
250g zucchero
250g burro o margarina
2 uova intere
scorza d'arancia
cannella in polvere
zucchero a velo
aroma arancia
acqua calda q.b.
1 pizzico di sale






Si tratta di una normalissima frolla: mescolo prima tutti gli ingredienti "secchi" (farina, zucchero,
sale, cannella in polvere e scorza d'arancia grattuggiata) poi creo una fontana e al centro verso il burro ammorbidito tagliato a cubetti dopo di che impasto.
Una volta ottenuto un impasto fatto di tante "bricioline", creo nuovamente la fontana e rompo al centro le uova. In questa fase è bene tenere a portata di mano dell'altra farina perché a seconda di quanto grandi sono le uova potrebbe servire aggiungerne dell'altra. Impasto quindi le uova, se l'impasto è troppo appiccicoso aggiungo farina e infine creo un panetto che avvolgo nella pellicola (o, più sbrigativamente, infilo in un sacchetto frigo dell'Ikea) e lo metto in frigo a riposare per almeno un'ora.
Quando la frolla si è ben raffreddata accendo il forno (più o meno a 180 gradi), creo delle palline schiacciate dall'impasto e le metto sulla placca del forno (un bel po' distanziate) e poi inforno per, boh, 15 minuti (dipende molto dalla dimensione dei biscotti, voi dategli sempre un occhio, quando si dorano sono pronti).
La decorazione è facilissima: prendo un bel po' di zucchero a velo (mezzo bicchiere), ci metto dentro un paio di gocce di aroma d'arancia e due cucchiaini di acqua calda. Diventa un glassa liquida e bianca che col cucchiaino stesso faccio colare in "fili" sopra i biscotti.

biscotti arancia oliver twist natale


Ecco fatti i miei biscotti e adesso andiamo ad Oliver Twist...


biscotti arancia oliver twist natale
LE AVVENTURE DI OLIVER TWIST (1838)
Charles Dickens
530 pag. - ed. Mondadori Scuola
6,80€

Ho letto Oliver Twist per la prima volta all'età di 12 anni: era la lettura che quell'anno la prof di lettere aveva scelto per la classe e spendevamo alcune ore a settimana a leggerne dei capitoli.
Lì per lì non lo apprezzai granché ma se ci ripenso, quei pomeriggi invernali, quando il sole va via presto, chiusi dentro una puzzolente aula di scuola media, con i miei compagni di classe, tutti lì a leggere a turno qualche riga, beh allora quel ricordo mi pare bellissimo.
Oliver Twist è forse una delle più emblematiche opere di Charles Dickens.
Autore inglese vittoriano, Dickens fu un vero marchettaro della letteratura: scriveva per vendere, in parole povere. La maggior parte delle sue opere vide la luce a puntate su vari periodici dell'epoca ed è per questo motivo che i suoi romanzi hanno un andamento inconfondibile, trame disseminate di riempimenti e colpi di scena che servivano, nel primo caso a infoltire un po' la trama e far durare più a lungo l'opera, nel secondo caso a tenere il lettore incollato alla pagina e a farlo correre a comprare l'inserto successivo.
Ciò nonostante le opere di Dickens sono opere gradevoli che per troppo tempo sono state bistrattate.
Oliver Twist è la storia di un orfano (gli orfani dovevano essere particolarmente proficui perché Dickens li utilizzò spesso nei suoi romanzi!) e di tutte le peripezie che vive per riuscire ad affrancarsi dalla propria condizione.
biscotti arancia oliver twist nataleSarà l'ambientazione (la Londra vittoriana, anche nei suoi vicoli più sudici mi trasmette tanto Natale!), sarà che è anche il papà di A Christmas carol ma per me non c'è Natale senza Dickens e vi dirò anche che forse non c'è Dickens senza Natale (nel senso che difficilmente mi metterei a leggere Dickens a ferragosto!).

Detto questo mi congedo e vi do appuntamento al prossimo martedì con un nuovo Un libro & un dolcetto :)

_______________


Per ogni titolo ho inserito un link che vi porta direttamente su Amazon.
Poiché sono un'affiliata se deciderete di acquistare un libro attraverso uno dei miei link contribuirete al sostentamento di AmaranthineMess - bookblog. Vi ringrazio sin da ora se vorrete farlo :)

1 commento:

  1. Io ti suggerisco biscotti alla cannella e Canto di Natale (sempre Dickens) perché per me sono i simboli del Natale <3 Grazie per questa ricetta, è da provare :)

    RispondiElimina

Caro Anonimo, se vuoi insultarmi devi almeno metterci la faccia. Se non lo farai il tuo commento non verrà pubblicato perché allora non sarai una persona che vuole muovere una critica ma solo uno che vuole litigare. E io ho cose ben più serie da fare, nella vita, che litigare con uno che non ha neppure il coraggio delle proprie parole :)