mercoledì 28 settembre 2011

This way..

"Vorrei conoscere la direzione da prendere", chiese Alice.
"Dipende da dove vuoi andare", rispose lo Stregatto

A volte ci si sente come se si fosse del tutto smarrita la via.
Siamo seduti alla nostra scrivania, con le nostre cose intorno, la nostra famiglia aldilà del muro e il cellulare a portata di mano che potrebbe immediatamente connetterci con chiunque noi vogliamo. Eppure, è come essere in mezzo al deserto.
In questi momenti, la cosa migliore è non farsi prendere dal panico! Una strada dovremo trovarla.

Il grosso problema nel decidere da che parte andare è stabilire a priori dove vogliamo arrivare.
Le scelte a volte possono essere laceranti: posso scegliere di rimpinzarmi di torta adesso, perché mi fa star bene e rimpiangerlo dopo quando avrò mal di pancia, i brufoli e non entrerò più nei jeans. Oppure, al contrario, posso decidere di soffrire adesso: butto la torta nel cestino e sgranocchio una carota, la cosa mi rende triste adesso, ma quando riuscirò a rientrare nei miei jeans mi sentirò la donna più sexy e più felice del mondo. Ovviamente il discorso è molto più ampio delle dimensioni del mio sedere.

Cosa dobbiamo scegliere?
Dobbiamo scegliere l'immediato o dobbiamo costruire faticosamente il nostro futuro?
Forse sarebbe meglio buttare via la torta.
Però poi mi assale quel dubbio: e se la mia vita dovesse finire fra due ore morirei triste, con solo una carota nello stomaco.

Nessun commento:

Posta un commento

Caro Anonimo, se vuoi insultarmi devi almeno metterci la faccia. Se non lo farai il tuo commento non verrà pubblicato perché allora non sarai una persona che vuole muovere una critica ma solo uno che vuole litigare. E io ho cose ben più serie da fare, nella vita, che litigare con uno che non ha neppure il coraggio delle proprie parole :)