giovedì 19 gennaio 2012

L'ora della merenda: la cioccolata calda

Questo pomeriggio l'ho trascorso a casa, con la mia amica Claus fra studio, chiacchiere, gossip e allegri camionisti.

Per l'ora della merenda le ho preparato la mia cioccolata in tazza che niente ha a che vedere con quelle tristissime bustine grigiastre che qualche mamma propina ai propri bimbi nei pomeriggi invernali.

Come ormai ben saprete io rifuggo, per quanto posso, tutto ciò che è cibo pronto: che sia surgelato, in scatola, liofilizzato, cerco di farne a meno, finchè posso.
Ora non sto dicendo "coltiviamo il grano nei vasetti del balcone e facciamoci la farina in casa!", sto semplicemente dicendo che quando è possibile possiamo scegliere di rimboccarci le maniche e fare qualcosa da noi.

E alle mamme che dicono io compro la torta in busta che si deve solo infornare perchè non ho tempo io rispondo stupidaggini! Per fare l'impasto di una torta ci vogliono cinque minuti d'orologio, la varrà la salute di tuo figlio cinque minuti d'orologio?

Perchè vedete, la mia non è solo stupida ostinazione da radical-chic che deve far la figa a tutti i costi: se provate a fare un normalissimo impasto per torta e provate a metterlo in frigo per tot ore e poi provate ad infornarlo, quell'impasto non lieviterà MAI. Perchè, invece, l'impasto in busta che vendono al supermercato lievita che è una meraviglia? Che diavolerie ci avranno buttato lì dentro?

Ve ne racconto un'altra: la scorsa settimana al supermercato noto un nuovo prodotto, un preparato per fare il cappuccino. Poichè fare un cappuccino come si deve in casa non è proprio una passeggiata, tutta contenta vado per prendere la confezione e per pura abitudine do uno sguardo agli ingredienti. Ed eccoli lì, i GRASSI IDROGENATI!!! Ma che ci fanno i grassi idrogenati dentro un cappuccino, mi chiedo. Ovviamente non l'ho comprato.

Tornando a noi: fare la cioccolata in tazza è davvero una cosa semplicissima.

Ci servono, per ogni tazza di cioccolata:
1 bicchiere di latte
1 cucchiaino di farina
3-4 cucchiaini di cacao in polvere
4 cucchiaini di zucchero (se il cacao che utilizzate è del tipo già zuccherato non è necessario aggiungere lo zucchero)

Prendete un pentolino, mettete dentro tutti gli ingredienti secchi, versati sopra il latte a filo, mettete il tutto sul fuoco e mescolate finchè non acquista consistenza (generalmente ci sta 3-4 minuti). Scendete il pentolino dal fuoco e versate in tazza.

La cioccolata così ottenuta può essere aromatizzata a vostro piacimento: con aromi in boccetta, con vanillina (da mettere prima di cuocere il tutto), con cannella pestata, con un pizzico di polvere di caffè.

Così facendo avrete:

  • risparmiato del denaro, perchè i preparati per cioccolata costano davvero una fortuna
  • evitato di dare in pasto ai vostri figli/mariti/mogli/amici roba strana
Le parti più scure che vedete sulla superficie della cioccolata non sono grumi, è polvere di caffè: ho da poco comprato una miscela aromatizzata alla nocciola e ne ho usato un pizzico per aromatizzare la mia cioccolata :)


1 commento:

  1. Per aromatizzare la tua cioccolata?!?!
    Per aromatizzare la MIA cioccolata vorrai dire...
    U_U

    RispondiElimina

Caro Anonimo, se vuoi insultarmi devi almeno metterci la faccia. Se non lo farai il tuo commento non verrà pubblicato perché allora non sarai una persona che vuole muovere una critica ma solo uno che vuole litigare. E io ho cose ben più serie da fare, nella vita, che litigare con uno che non ha neppure il coraggio delle proprie parole :)