lunedì 1 luglio 2013

La maison du monde ovvero ho bisogno di un milione di dollari

Salve mi* car*
stasera è stata la mia ultima sera relax e l'ho passata in compagnia di Maison du Monde -> [link].
Ok, sì ho scoperto l'acqua calda, lo so. Ne avevo sempre sentito parlare ma non mi sono applicata alla ricerca del sito perchè, abitando in questa valle di lacrime, immaginavo che il negozio più vicino si trovasse a millemila chilometri da qui. Come volevasi dimostrare: il più vicino è a Caserta. E Palermo-Caserta è esattamente millemila chilometri.
Comunque, ho visto tante belle cosine che mi piacerebbe comprare, magari le comprerò un po' alla volta on-line, oppure - teoria più verosimile - prenderò ispirazione e cercherò qualcosa di simile in negozi più a portata di mano.
Ora voi vi chiederete anche, ma che minchia te ne faresti di tutte queste tazze?

Non lo so ragazzi miei, non lo so neppure io. Solo che non resisto alle tazze. Credo che quando avrò un appartamento mio sarà pieno di tazze e non ci sarà l'ombra di posate o strofinacci.
Altro pensiero, oltre alla copiosità di tazze visionate, è andato al povero consorte: se riuscirò nel mio proposito di avere una casa molto infantile-shubby chic andante quell'uomo burbero&barbuto dovrà bere il caffè in tenere tazzine a pois. Pover'uomo.

Buona visione dei miei desideri maisondumondeschi!




































































1 commento:

  1. Che meraviglia! Anch'io conosco questo sito e ogni volta che ci entro non ne esco più. O meglio, non basterebbero nemmeno 1000 euro. E poi, dove le dovrei mettere tutte queste cose? Io, comunque, le comprerei tutte!:D

    RispondiElimina

Caro Anonimo, se vuoi insultarmi devi almeno metterci la faccia. Se non lo farai il tuo commento non verrà pubblicato perché allora non sarai una persona che vuole muovere una critica ma solo uno che vuole litigare. E io ho cose ben più serie da fare, nella vita, che litigare con uno che non ha neppure il coraggio delle proprie parole :)