domenica 31 luglio 2011

Attenti a Qlibri!

Qualche giorno fa mi sono imbattuta in questo sito e, molto entusiasta dell mia scoperta, mi sono iscritta.
Il sito è una specie di Anobii, ma più che il semplice fatto di costruirsi uno "scaffale virtuale" in Qlibri è protagonista la recensione fatta dall'utente.
Niente di meglio per una come me che ama leggere e sproloquiare sui libri, mi sono detta.
Dunque mi sono iscritta, ho modificato la mia immagine del profilo e i miei dati utente ed ho inserito alcune delle recensioni che avevo già pubblicato su questo blog. Il mio idillio con Qlibri è durato purtroppo solo qualche ora, perché il giorno dopo aver effettuato l'iscrizione il mio profilo è magicamente scomparso: non avevo accesso al sito utilizzando il mio username e la mia password e cercando di recuperare la mia password il sito mi rispondeva che l'indirizzo immesso era inesistente. AmaranthineMess, a quel punto, era scomparsa nel nulla.
Allarmata dalla mia scomparsa - capirete bene - ho scritto una mail alla redazione per mezzo del form di contatto presente nel sito. Anche la redazione doveva essere momentaneamente scomparsa, perchè non mi ha degnato di risposta.

Pazienza mi son detta, sarà andato male qualcosa. Ma ci tenevo, capite, mi piaceva troppo l'idea di questo sito, così non mi son fatta fermare da questo piccolo intoppo ed ho registrato nuovamente il profilo di AmaranthineMess: ho ricaricato le recensioni, ho ri-modificato il profilo, questa volta mi sono pure lanciata in un piccolo battibecco con un utente che recensiva Arancia Meccanica come se si trattasse di una messa satanica in cui si squartano capretti. Ragazzi, era ricominciato il mio idillio con Qlibri!

Circa un'ora fa mi siedo al computer, apro la pagina di Google, digito Q-l-i-b-r-i, premo invio, vengo spedita sulla home del sito e, udite udite, ero scomparsa di nuovo. Di nuovo come la prima volta, nessuna traccia del mio profilo, se provo a visualizzare le mie recensioni e miei commenti ci sono ancora ma il mio nome compare come se il profilo non esistesse più.
Cosa fare? Ho pensato che riprovare a contattare la redazione fosse l'idea migliore, e questa volta, come potrete capire, il mio tono è stato un tantino più ostile della prima (ignorata) volta.
La risposta che la competentissima redazione di Qlibri mi dà è la seguente:


Salve Amaranthine,
nessun utente ha mai avuto problemi di questo tipo con il nostro sito; nessuna iscrizione viene cancellata 'misteriosamente'.Se su quasi 8.000 persone iscritte, l'unica persona che riscontra questo sei tu, è più probabile che il problema sia tuo, non nostro. Non ti pare?

Cordiali saluti,
il team di QLibri 


A questo punto mi pare chiaro che non è affatto un sito di cui fidarsi. Ovviamente non tornerò a registrare il mio profilo e a caricare le mie recensioni ed invito chi è veramente appassionato di libri ad evitare Qlibri.
Come in qualsiasi campo il problema è l'incompetenza. 
Io non dico che il problema è certamente loro, è ovviamente possibile che abbia sbagliato qualcosa io - anche se,  mi pare strano che un profilo registrato "male" funzioni perfettamente per qualche ora e poi scompaia - il problema è che hanno bollato direttamente il problema come mio dal momento che il resto dei loro otto mila utenti non ce l'ha. 
Sgarbi mi fa schifo, ma è necessario citarlo in questa situazione: che capre! 

2 commenti:

  1. mi è successa la stessa identica cosa:(
    3-4 ore dopo la mia iscrizione, puff! sono magicamente svanito nel nulla e non c'è modo di rientrare...il bello è che già avevo postato parecchie recensioni nel giro di qualche ora e iniziava anche a piacermi molto il sito...mah...le solite fregature, chissà che c'è dietro!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ah, allora su i loro otto mila utenti adesso siamo in due ad essere scomparsi...che vuoi farci, sarà un problema nostro! ahahahahah xD

      Elimina

Caro Anonimo, se vuoi insultarmi devi almeno metterci la faccia. Se non lo farai il tuo commento non verrà pubblicato perché allora non sarai una persona che vuole muovere una critica ma solo uno che vuole litigare. E io ho cose ben più serie da fare, nella vita, che litigare con uno che non ha neppure il coraggio delle proprie parole :)