lunedì 14 ottobre 2013

[FATEVICAZZIMIEI] Shopping, libri e qualche birra


Salve mi* car*
how are you?
E' tanto tempo che non vi racconto un po' di fattacci miei e approfitto di questa domenica sera - notte? - per raccontarvi qualcosa dello spendido weekend appena trascorso.

Ho speso tutto il sabato e buona parte della domenica con il mio gentil consorte, quale miglior modo di trascorrere il tempo?
In più da queste lunghe ore trascorse insieme sono usciti fuori regali, regalini, shopping vario e libresco, il che non può che rendermi estremamente felice.
Ma cominciamo da sabato mattina...
Sabato mattina - ??? -, ore 16. Ele (ancora dormiente): ma che ore sono? Marco (ancora dormiente): è tardissimo.
Così usciamo, andiamo in centro.
Prima tappa: Disney Store. Disney Store perchè quell'uomo è il più cocciuto che potesse capitarmi e se si mette un'idea in testa quella dev'essere. Sì, ora faccio la sostenuta e mi lamento pure, ma sabato pomeriggio, dentro quel Disney Store, ero in brodo di giuggiole perchè il mio bellissimo consorte ha ben deciso di regalarmi questa:


Gioia, giubilo e commozione! E' la maglietta del 20esimo anniversario dall'uscita di Nightmare before Christmas!
Mentre andavamo verso la cassa - io stringevo la mia bellissima maglietta, super contenta - vedo una mamma che trascina il figlio verso lo stand di Nightmare before Christmas e gli dice guarda hanno messo le cose di halloween. Vabè. Se lo dice lei -.-"
Poi, sempre dentro il Diseny Store ho provato l'istinto irrefrenabile di prendere un bambino piccolo a caso e ficcarlo dentro il costumino super peluchoso di James Sullivan (Monsters&Co.) ma mi sono data un contegno e mi sono limitata ad accarezzare e spremacciare il costumino super peluchoso appeso alla gruccia.
Abbiamo pagato e ci siamo fiondati fuori per due ordini di motivi: a) dovevamo ancora fare un po' di cose e prima delle 8-9 di sera; b) troppi palermitani, troppi palermitani attorno a noi .____.

Seconda tappa: Feltrinelli.
Sì, certo, espresso con panna io, tè freddo Marco ma la tappa aveva una motivazione che andava ben oltre la merenda; eccola:


Ah! Finalmente IO faccio un regalo al consorte! Somma soddisfazione e pacificazione di tutti i sensi di colpa! In realtà questo cofanetto della prima stagione di Scrubs altro non andrà a fare che arricchire ed ampliare la nostra collezione di dvd - quindi sempre roba in comune è - però simbolicamente parlando è sua e gliel'ho regalata io, tiè.
Anche dentro Feltrinelli fiumi di palermitani: fastidiosi, rumorosi, incapaci di comprendere l'utilità di una porta - perchè ci si piazzano puntualmente davanti sbarrando la strada al prossimo.
Fuori da Feltrinelli dei ragazzini si divertivano a rubare i sacchettini che ci sono all'ingresso - quelli per riporre gli ombrelli bagnati - gonfiarli come palloncini, scoppiarli e lasciarli poi sgonfi nel bel mezzo del marciapiede. Vabè...



Terza tappa: Di libri e di tesori.
Cos'è? E' una piccola fiera di editoria indipendente, molto simile a Una marina di libri, di cui vi ho parlato qualche mese fa -> [link].
La fiera si è tenuta dentro il cortile della facoltà di giurisprudenza, un contesto molto bello, di cui, obviously, ho fatto qualche foto:

Aula Magna









Mentre gironzolavamo fra le bancarelle io mi son fermata a guardare alcuni libri e lui - il consorte - è lì che mi ha fregata! E' sgattaiolato verso la bancarella successiva, neppure ho avuto il tempo di accorgermi che non era accanto a me che alzo lo sguardo e che vedo? Lui che parlotta con il tizio della bancarella.
Morale della favola: mi ha regalato Il Ciclope di Euripide, libro che io ho visto a Una marina di libri (quindi più di tre mesi fa) e tanto desiderato.
Io ho preso un libro di ricette siciliane da inviare come pensierino natalizio alla mia quasi-cugina inglese :)


Aperitivo etnico

.Quarta e ultima tappa: October Forst.
No, non avete letto male. La Forst è una birra, innanzi tutto. Lo puntualizzo perchè non ho idea che distribuzione abbia in giro per l'Italia. A Palermo è molto popolare, ma in passato lo era molto di più. Oggi la Forst viene considerata da molti - me compresa, devo dirlo - la birra dei muratori, ragion per cui l'azienda ha pensato di rilanciare un po' la propria immagine immettendo nuovi prodotti sul mercato e organizzando eventi come questo.
L'October Forst non è altro che un evento - stand di cibi vari, stand di birra, ovviamente, palco, musica, etc etc - ospitato all'interno dello stabilimento in cui imbottigliano la birra qui a Palermo. Un evento carino, è già il secondo anno che andiamo. Ovviamente anche da lì, poi, siamo dovuti scappare per via dell'infestazione dei palermitani...ma sino a mezzanotte circa è stato abbastanza vivibile.
Ah, abbiamo anche partecipato ad una visita guidata all'interno dello stabilimento, di cui però non ho fatto foto perchè non ne faceva nessuno e io avevo paura di essere espulsa per direttissima!
Per il secondo anno riconfermo la Kronen mia Forst preferita e vi mostro qualche foto della serata:



Quest'uomo ha davvero una cornamusa in mano .___.


Certo che una foto agli spillatori della birra potevo farla! Stupida Ele...
Anyway, dopo tre birre, un aperitivo etnico e un panino con salsiccia ci siamo ritirati nei nostri appartamenti.
Per addormentarci abbiamo guardato Nightmare before Christmas :)

Domenica mattina, ore 7:30, il mio cervello decide che è ora di essere svegli. Non c'è nulla da fare mi giro e mi rigiro nel letto ma lui continua a ripetermi no cara ele, smuovi le chiappe da quel letto, sei sveglia!
Così mi sono alzata, sono andata in cucina ed ho deciso di fare una torta per Marco:


Torta di mele, una delle sue preferite.
Sveglia del consorte alle ore 11 - sse... - 11.30 perchè alle 12 dovevamo essere nuovamente allo stabilimento Forst.
Perchè? vi starete chiedendo carichi di ansia...ebbene, il consorte assieme ad altri colleghi del locale ha fatto un mini-corso di spillatura di birra.

Il "bottino" post-corso: l'attestato, il boccale di ceramica e il bicchiere a forma di stivale...

...e una spilletta con una volpetta carinissima, finita dritta dritta sulla mia borsa :)

Waiting for consorte io ho fatto un giro da Lidl - giro il cui esito, oltre il consueto succo d'arancia è stato questo:


e mi sono poi andata a piazzare al Mc Cafè dove ho preso il mio bel bicchierone di caffè americano ed ho passato una buona oretta in compagnia di questo libro delizioso:


Stranamente, proprio lì, in mezzo al baccano di piccole pesti allo sbaraglio, al brusio di intere famiglie arrivate per divorare cibi puzzolenti e indigesti, ho trovato una pace e un relax che proprio mi servivano. E' davvero strano a pensarci ma probabilmente il rumore era talmente forte e diffuso che ha creato una specie di barriera, un filtro di rumore bianco che mi ha permesso di immergermi completamente nella lettura. Sono stata proprio bene, ho puzzato di patatine fritte per tutto il giorno ma sono stata bene :D

L'ultimo acquisto del nostro weekend è stato il numero di ottobre della nostra ormai rivista del cuore: Fior fiore in cucina, della Coop, dalla quale ho già sbirciato qualche ricetta che credo proprio realizzerò a breve.



Alla prossima
- ...e se vi regala la maglietta di Nightmare before Christmas è vero amore ù_ù

4 commenti:

  1. Mi piace un sacco il tuo blog, simpatico e ironico.

    RispondiElimina
  2. Quanta roba! una cosa però la devo dire... VOGLIO la maglietta di Nightmare before Christmas!

    RispondiElimina
  3. Sei tornata con un sacco di cose da raccontarci :) Che bella la cviambella,è proprio un dolce che mi mette subito allegria e anche il mio fidanzato ne va matto :) Quando le trovo in un forno dove so che le fanno molto buone,gliene porto sempre una!!! Eli

    RispondiElimina

Caro Anonimo, se vuoi insultarmi devi almeno metterci la faccia. Se non lo farai il tuo commento non verrà pubblicato perché allora non sarai una persona che vuole muovere una critica ma solo uno che vuole litigare. E io ho cose ben più serie da fare, nella vita, che litigare con uno che non ha neppure il coraggio delle proprie parole :)