domenica 30 agosto 2015

Libri: Caterina fu gettata - Carlo Sperduti



CATERINA FU GETTATA

Ed. Intermezzi
Prezzo € 10


Parlando con la mia amica Sonia, stamattina, ho detto: dovrei scrivere il commento a un libro ma mi è dispiaciuto talmente tanto (ovviamente non sono stati questi i termini ma non vorrei risultare offensiva) che mi scoccia proprio.
Tuttavia, da brava blogger quale sono (*auto pat-pat*) mi sono vestita di tutta la mia buona volontà ed ho scritto.
Come potete vedere dalla valutazione che ne ho dato su Goodreads, questo libro mi è piaciuto veramente poco ma, per onestà intellettuale, devo segnalarvi che su Goodreads ha poche valutazioni ma tutte più che positive (credo abbia una media di 3.8 stelle su 5).
Riprendendo il dialogo con Sonia: o questo è un libro geniale e io non l'ho capito oppure è proprio una *castroneria* (censured :D)







  • TRAMA
  • PERSONAGGI
  • STILE
  • ATMOSFERE
  • CONCLUSIONI
  • TRAMA 

    Caterina vive con Tommaso, un nullafacente.
    Tommaso è il classico ragazzo che non sa cosa vuole dalla vita e cambia idea su cosa vuole diventare da grande ogni giorno.
    Un giorno Tommaso inizia ad avvertire un certo distacco in Caterina e prova a rendersi un po' utile iniziando a ripulire compulsivamente casa.
    Quella sera Caterina torna stanca da lavoro, trova Tommaso intento a pulire e decide di buttarsi direttamente sul letto. Mentre è lì stesa la sua gatta, Gnaca, si intrufola fra alcuni sacchi pieni di vecchi vestiti, decide di farla uscire da lì ma, mentre la cerca, si stende dentro uno dei sacchi e si addormenta.
    Tommaso, nella sua frenesia, prende anche quei sacchi e li butta via. E' così che Caterina fu gettata.

    caterina fu gettata carlo sperduti recensione commento libro romanzo


    PERSONAGGI

    • Caterina: è un personaggio malamente accennato. Si vede poco all'interno del romanzo e, a dire il vero, non se ne sente la mancanza.
    • Tommaso: è irritante.
    • Gnaca: forse è l'unico personaggio davvero valido in tutto il libro.
    • Sorìbarin: è una specie di artista di strada con cui Caterina ha un mezzo flirt prima di conoscere Tommaso. E' uno di quei personaggi che ti fanno alzare gli occhi al cielo e ti fanno sospirare perchè? Torna nella vita di Caterina dopo che lei viene gettata ma - come del resto tutta la storia - anche questo personaggio è del tutto inconcludente.
    • Elle: è una specie di deus ex machina (cioè presentata proprio così, come una creatura immortale che sta al di sopra di tutti e che cambia le sorti della vita della gente) peccato che si veda solo una volta in tutto il libro. Anche qui: perchè?
    caterina fu gettata carlo sperduti recensione commento libro romanzo

    STILE

    Forse una delle poche cose interessanti del libro è il linguaggio, o meglio l'uso che se ne fa.
    L'autore utilizza un linguaggio ironico e crea uno "scollamento" fra il tone of voice e l'argomento trattato.
    Ecco un esempio:

    Alcuni tratti di tale geometria erano esclusi alla vista da serie più o meno consistenti di deretani, i quali prendevano parte - insieme al resto dei corpi cui appartenevano giocandovi un ruolo niente affatto secondario - al rito della socializzazione all'aperto, la cui liturgia esige l'innalzarsi di gran copia di calici e, chicché ne dicano certi divulgatori di eterodossie, l'incorporamento di dosi ingenti di nicotina.
    Ora, a me fa piacere che il sig. Sperduti conosca le parole checché e ingenti ma oltre a darci prova di conoscerle avrebbe potuto darci prova di saperle usare in contesti sensati.

    ATMOSFERE

    In generale pare che l'autore sia perfettamente consapevole di aver scritto un romanzo senza capo né coda e pare se ne compiaccia pure.
    Ci sono continui rimandi al lettore, a quelle che potrebbero essere le sue reazioni e ci sono continue giustificazioni alle scelte dell'autore.

    Ad un certo punto entra in ballo una banana parlante. Mi correggo: la buccia di una banana parlante. E lì mi sono resa conto della gran *castroneria*: il sig. Sperduti ha palesemente deciso di mettere assieme fatti e circostanze del tutto incoerenti fra loro e di vendercele per 10€. E il sig. Intermezzi Editore gli ha permesso di farlo.

    caterina fu gettata carlo sperduti recensione commento libro romanzo

    CONCLUSIONI

    Mi sono sentita parecchio presa in giro leggendo questo libro.
    Il caro Sperduti evidentemente si diverte e si sente gratificato in quanto scrittore a vendere fuffa alla gente...ma cimentarsi in un libro vero invece di compiacersi nel vano tentativo di scrivere qualcosa di così strano che, nella confusione, potrebbe anche passare per accettabile?

    caterina fu gettata carlo sperduti recensione commento libro romanzo

    2 commenti:

    1. Non ho mai letto Sperduti, però mi incuriosiscono i suoi libri pubblicati dalla Gorilla Sapiens.

      RispondiElimina
      Risposte
      1. Io, dopo questo, penso che lascerò passare molto tempo prima di riprovare con Sperduti! :D

        Elimina

    Caro Anonimo, se vuoi insultarmi devi almeno metterci la faccia. Se non lo farai il tuo commento non verrà pubblicato perché allora non sarai una persona che vuole muovere una critica ma solo uno che vuole litigare. E io ho cose ben più serie da fare, nella vita, che litigare con uno che non ha neppure il coraggio delle proprie parole :)