giovedì 19 gennaio 2017

Buoni propositi libreschi per il 2017 (e com'è andata con quelli del 2016)

buoni propositi 2017 libri

Buongiorno a tutti miei cari, quest'oggi, con un leggerissimo ritardo sulla tabella di marcia vi parlo dei miei buoni propositi libreschi per questo 2017 appena iniziato MA vi do anche un ragguaglio sui buoni propositi del 2016 e se sono andati in porto oppure no.

Partiamo?


Quali sono i vostri buoni propositi libreschi per il 2017?
Fatemi sapere in un commento e se volete linkatemi i vostri post/video in merito :)


All'inizio del 2016 mi ero riproposta di leggere di più in lingua, di spaziare a generi diversi dai soliti, di diventare una lettrice digitale e di leggere più libri che riguardassero il mio lavoro. Aldilà dei propositi espliciti c'era anche una sommessa aspirazione a diventare una lettrice (e una bookblogger) più organizzata e sistematica.

Ragazzi, devo dirvelo, senza finta modestia, sono stata bravissima.


1) Ho letto molti libri in lingua (non tantissimi, ma considerato che non leggevo più in lingua da anni qualcuno è già un traguardo!)

2) Mi sono avventurata in generi al di fuori dalla mia comfort zone: qualche volta è andata bene, qualche altra volta no ma la grande scoperta dell'anno sono assolutamente i gialli! Il mio problema con i gialli era semplicemente che avevo sempre e solo letto immani ciofeche; trovati i libri giusti mi sono appassionata tanto a questo genere :)

3) Ormai da diversi mesi vivo in simbiosi col mio fedelissimo Kindle e, dopo un primo inizio traumatico, le mie esperienze di lettura in digitale sono andate sempre meglio.

4) Sulla lettura dei libri inerenti il mio lavoro casca l'asino perché, dopo un inizio d'anno super sprint mi sono completamente fermata, col risultato di aver letto solo un paio di libri di web design e affini durante l'anno..

5) Per quanto riguarda l'organizzazione è molto difficile per me giudicare dal momento che sono una perfezionista-ossessivo-compulsiva (e chi più ne ha più ne metta) ma credo di esser migliorata parecchio dallo scorso anno, quanto meno perché riesco: A) a rispettare delle scadenze B) a seguire, bene o male, una lista di lettura mensile.

E ora passiamo al 2017..


I buoni propositi per il 2017 sono per lo più autori che inseguo da tempo e che non ho mai letto.
Ovviamente il buon proposito di leggere i libri che ho a casa e di non comprarne di nuovi esiste sempre e valica il tempo e lo spazio ma se comprerò nuovi libri prima di esaurire quelli in stand-by auspico che siano di questi autori:

Angela Carter
Elizabeth Stout
Ian McEwan
Philip Roth
Dorothy Baker

Un altro buon proposito che però sta a metà fra il proposito e la follia pura è nato una sera, parlando col consorte: sarebbe davvero fighissimo se riuscissi a recuperare e leggere tutti i libri del ciclo dei Rougon-Macquart di Emile Zola.
L'impresa è ardua sia perché sono una ventina di libri (e io credo di averne letti solo 4 o 5) sia perché in Italia vengono pubblicati solo i titoli più famosi mentre quelli minori sono o del tutto inediti (e io non leggo in francese ahimé) oppure editi lustri e lustri or sono e trovabili solo come usato.

Anche qui in bilico fra buon proposito e follia, vorrei quanto meno iniziare a leggere la Recherche di Proust.

Un proposito che è invece raggiungibilissimo è quello di leggere più graphic novel: ne ho già qualcuna che mi aspetta sul comodino e molte altre che vorrei leggere e che ho già appuntato in wishlist!

Rinnovo sempre il buon proposito di leggere in lingua, nel 2016 ho letto un po' in inglese ma posso sempre migliorare!

Infine, un proposito che ha solo collateralmente a che vedere coi libri è quello di essere più costante nel seguire i blog e i canali di libri: sono follower di innumerevoli blog e canali YouTube che parlano di libri ma non riesco mai a ritagliarmi abbastanza tempo per leggere i post e vedere i video quindi, in questo 2017, mi propongo di dedicare una sera a settimana a spulciare i blog e i canali delle altre bookblogger.


E con questo ho concluso la mia lista dei buoni propositi, ora ci vuole solo un po' di forza di volontà!

1 commento:

  1. Beh, direi che sei stata davvero bravissima. Mi unisco a Michelle nell'applauso :)
    Io per ora mi sono ripromessa di leggere più classici, o meglio, leggerli e basta visto che è una mia grande lacuna. Magari ti rubo l'idea e faccio anche io un post!

    PS: Se non ti scoccia ti contatto in PVT per dei consigli su libri di web design ;)

    Ale

    RispondiElimina

Caro Anonimo, se vuoi insultarmi devi almeno metterci la faccia. Se non lo farai il tuo commento non verrà pubblicato perché allora non sarai una persona che vuole muovere una critica ma solo uno che vuole litigare. E io ho cose ben più serie da fare, nella vita, che litigare con uno che non ha neppure il coraggio delle proprie parole :)