lunedì 28 novembre 2011

I disastri di Photoshop

Foto presa da psdisasters.com
Gironzolando un po' per il blog  Ibisco Lilla  ho scoperto un sito davvero carino: Photoshop disasters.

Il post di Ibisco Lilla (che potete leggere qui) parlava nello specifico degli strafalcioni photoshoppari inerenti le pubblicità di moda e make-up, ma all'interno di Photoshop disasters troverete di tutto e di più: mani mozzate, braccia attaccate in parti del corpo assurde, colli lunghissimi, volti magicamente replicati e donne e uomini con la pelle di plastica.

Aldilà di quanto possa essere divertente guardare queste immagini "mutanti" e considerare quanto poco accorti siano stati i grafici autori dei suddetti lavori, forse c'è anche da rifletterci un po' seriamente.

Già qualche mese fa alcuni chirurghi americani avevano sollevato il problema: queste pubblicità eccessivamente ritoccate, che mostrano corpi perfetti e del tutto non umani - nei colori, nelle proporzioni, nella magrezza - non creano forse dei modelli di confronto irraggiungibili?
Chi di noi, da bambina, non ha desiderato di assomigliare ad una Barbie? Capelli biondi, viso perfetto, corpo perfetto, nessuna ciccia, nessuna smagliatura, nessun "buchino" da cellulite. Tuttavia quello restava sempre un modello di confronto piuttosto astratto e generale: la Barbie, in fin dei conti, era solo una bambola e nessuno con un po' di sale in zucca, una volta cresciuto, può desiderare di assumere le fattezze di una bambola. Ma una modella magrissima e con la pelle di pesca che mi saluta da un gigantesco cartellone pubblicitario in tutta la sua avvenenza può diventare un modello di confronto un tantino più concreto: se esiste una donna al mondo con quelle fattezze, allora forse anch'io dovrei essere così.

Foto prese da psdisasters.com

Il trucco è presto svelato, perchè sì, esistono donne bellissime al mondo, ma donne umane, con brufoli, chili in più e smagliature. Penso che se io fossi una di quelle donne andrei in giro orgogliosa dei miei difetti gridando al mondo Guardate! Ho un brufolo in piena fronte e un filo di doppio mento ma sono sempre bellissima! 
Obiettivamente, pensate che donne belle quanto Monica Bellucci o Charlize Theron ci apparirebbero meno belle se ci venissero mostrate in tutta la loro naturalezza? Io penso proprio di no.

Foto prese da psdisasters.com
Adesso mi chiedo: ma in un mondo in cui le belle sono queste donne, ritratte con corpi che non sono i loro, con volti che non sono i loro, la vera bellezza dove è andata a finire?
Quante volte sfogliando una rivista dal parrucchiere ci è capitato di vedere il solito servizio trito e ritrito del giornale scandalistico che mette a confronto due immagini dello stesso vip, l'una con e l'altra senza trucco? E quante volte, davanti quello scontato confronto, abbiamo pensato ma guarda che cesso che è in realtà?
Le mie seppur superficiali nozioni di estetica - intendo la disciplina filosofica - mi portano a valutare la bellezza come un concetto vacuo, del tutto privo di sostanza: ciò che appare bellissimo a me può apparire orribile a qualcun altro e tutto perchè non esiste un concetto unanime di bellezza, così come non ne esiste una definizione.

Ciò che invece mi pare si stia tentando di fare, soprattutto negli ultimi anni, è proprio l'impossibile, ovvero dare delle caratteristiche specifiche alla bellezza, renderla unanime, omologata: è bello chi è molto magro, è bello chi non ha le lentiggini, è bello chi ha occhi molto grandi, è bello chi ha una carnagione molto chiara o molto scura, è bello chi ha un incarnato scuro e occhi chiari, e così via.
Perchè costruire modelli di confronto irraggiungibili? Per renderci schiavi dell'idea di voler perfezionare la nostra immagine e quindi perfetti acquirenti di abiti, accessori, make-up, diete, interventi chirurgici che ci rendano un po' più simili a come ci desideriamo.

Alla luce di queste riflessioni, penso che in realtà noi tutti persone normali, siamo molto più belli di quanto crediamo. Mi correggo: di quanto ci fanno credere.

Nessun commento:

Posta un commento

Caro Anonimo, se vuoi insultarmi devi almeno metterci la faccia. Se non lo farai il tuo commento non verrà pubblicato perché allora non sarai una persona che vuole muovere una critica ma solo uno che vuole litigare. E io ho cose ben più serie da fare, nella vita, che litigare con uno che non ha neppure il coraggio delle proprie parole :)