lunedì 12 dicembre 2011

Pesadumbre


William Turner, 
Viandante sul mare di nebbia
Sconvolti
come gabbiani spennati,
come gatti senza artigli,
come poeti stanchi, privati della parola,
ci aggiriamo
nelle nostre vite.
Cola il sangue
e la vita
sulle nostre mani graffiate,
si spengono i lumi,
tace il pubblico.
Verrà mai il domani?
____________________________________

Nessun commento:

Posta un commento

Caro Anonimo, se vuoi insultarmi devi almeno metterci la faccia. Se non lo farai il tuo commento non verrà pubblicato perché allora non sarai una persona che vuole muovere una critica ma solo uno che vuole litigare. E io ho cose ben più serie da fare, nella vita, che litigare con uno che non ha neppure il coraggio delle proprie parole :)