martedì 29 maggio 2012

Gli ipocriti

Sono amica/fan di diverse pagine che parlano di moda o makeup su Facebook e non sapete quante deficienti in queste ore continuano a sparare a zero su qualsiasi status che non spiagnucoli sul terremoto.

La frase standard della brava ragazza è "pensi ai trucchi quando c'è stato il terremoto ed è morta della gente?".
Cara, stupida, brava ragazza, ogni giorno muore della gente. Non che i morti emiliani non siano importanti, anzi, è giustissimo preoccuparsene, ma se dovessimo stare in silenzio per ogni morte di ogni uomo sulla terra, credo che non parleremmo davvero per lungo tempo. E poi: le morti causate dal terremoto erano morti inevitabili, nella maggior parte dei casi.
Io sono sicura, invece, che il tuo fottutissimo stile di vita, i tuoi jeans, la tua cena del sabato sera, la benzina che metti nella macchina comprata da mamma e papino incidono drasticamente sulla morte di migliaia di persone al giorno in tutto il mondo; per la fame, o per le guerre, o per una cosa chiamata capitalismo che immagino tu non sappia neppure cosa sia.

3 commenti:

  1. *clap clap clap* bravaaaa
    ''pio''

    RispondiElimina
  2. Condivido ogni parola, l'ipocrisia è una delle cose più ignobili che esistano, purtroppo ce n'è a tonnellate

    RispondiElimina

Caro Anonimo, se vuoi insultarmi devi almeno metterci la faccia. Se non lo farai il tuo commento non verrà pubblicato perché allora non sarai una persona che vuole muovere una critica ma solo uno che vuole litigare. E io ho cose ben più serie da fare, nella vita, che litigare con uno che non ha neppure il coraggio delle proprie parole :)