venerdì 24 agosto 2012

L'Italia non ha bisogno di Forza Nuova, e questo è un fatto

Salve a tutti, eccomi qua.
Pochi post per adesso, lo so. Pazienza.
Non sto scrivendo fondamentalmente per una ragione: la mia irruenza mi porterebbe, in questo momento della mia vita, a parlarvi dei fatti miei e la cosa mi scoccia sia perchè i fatti miei degli ultimi mesi sono anche i fatti di altra gente sia perchè immagino non stiate attaccati allo schermo in attesa delle ultime mirabolanti avventure di Amaranthine Mess. Quindi, taccio.

Faccio questa breve incursione sul mio blog per commentare questa nuova uscita di Forza Nuova che mi porta, ancora una volta, a riflettere sulla stupidità e sulla superficialità umane.
Non mi importa commentare lo slogan in sè perchè mi pare chiaro si commenta da solo, solo mi chiedo, di quali figli ha bisogno l'Italia?


Non ci stiamo estinguendo e anche questo è un fatto.
Nonostante questo l'uomo sente innato il bisogno di perpetuare la specie. E la perpetua a qualunque costo, questo è il problema.

Di quali figli ha bisogno l'Italia? Di quelli che crescono senza felicità, senza obiettivi? I figli che vengono espulsi meccanicamente da una vagina e poi lasciati allo sbaraglio a sbrigarsela col mondo? Ha bisogno, l'Italia, di quei figli che vivono tutta la loro esistenza all'ombra di relazioni affettive instabili e insane che li portano ad essere troppo dipendenti - o troppo indipendenti - dagli altri? O ha forse bisogno di quei figli cresciuti nella sicurezza che realizzare la propria vita significhi ridurre al minimo le proprie aspirazioni, nella certezza che solo una moglie, un paio di figli ed un lavoro sicuro rappresentano la felicità?

Poi quei figli toccano la meta prefissata e restano stupiti, feriti, doloranti. Non è quella la felicità che gli avevate promesso. Li crescete preparandoli alla mediocrità e nella mediocrità restano, infelici, pieni di niente.

3 commenti:

Caro Anonimo, se vuoi insultarmi devi almeno metterci la faccia. Se non lo farai il tuo commento non verrà pubblicato perché allora non sarai una persona che vuole muovere una critica ma solo uno che vuole litigare. E io ho cose ben più serie da fare, nella vita, che litigare con uno che non ha neppure il coraggio delle proprie parole :)