mercoledì 9 dicembre 2015

#Recensione: Jane Eyre - Charlotte Brontë



Ragazzi miei, io da qualche mese provo a cimentarmi nel ruolo di bookblogger e fino a questo momento sono stata abbastanza contenta dei risultati ottenuti ma oggi, qui, con questo libro, mi sento totalmente inadeguata.
O meglio: potrei e vorrei parlarvi come si deve di questo romanzo ma non posso perché scriverei un post chilometrico che nessuno leggerebbe.
Quindi ripetiamo un paio di volte il mantra keep it short & simple e andiamo.

JANE EYRE (1854)

Ed. Newton Compton - Minimammut
Prezzo € 3,90
55 su Goodreads

TRAMA

Jane Eyre è una bambina rimasta orfana e affidata alle cure di uno zio.
Lo zio è molto carino e affettuoso, il problema è la zia che è una vera stronza. Senza parlare poi delle cugine che sono sue degne figlie.
Una volta morto lo zio, Jane Eyre vive in casa con la zia e le cugine che la maltrattano e la fanno vivere da esclusa.
Già da questi primi capitoli inizia a delinearsi il carattere determinato di Jane: vista la situazione in cui vive inizia a desiderare di lasciare quella casa, non la spaventa l'indeterminato e il futuro.
Riesce a lasciare la casa andando a studiare in un collegio. Anche lì, la situazione non è delle migliori: nonostante la direttrice del collegio sia una donna molto gentile e preparata, il collegio è gestito da un uomo davvero crudele e ottuso che in un'occasione umilia pubblicamente Jane.
Nonostante tutte le sue vicissitudini Jane cresce, studia e diventa anche lei maestra. Una volta divenuta maestra e iniziato ad insegnare all'interno del collegio Jane Eyre inizia a prefissarsi un nuovo obiettivo: adesso vuol diventare istitutrice.
Rispondendo ad un annuncio corona il suo sogno e si trasferisce a Thornfield Hall, dimora in cui si occuperà dell'istruzione della piccola Adele.
Thornfield Hall è casa di Mister Rochester un uomo affascinante e misterioso.



recensione jane eyre charlotte bronte
Questa immagine l'ho presa qui

STILE

Lo stile narrativo è impeccabile così come la costruzione dei personaggi: Jane Eyre è semplicemente strepitosa, un personaggio profondo, sfaccettato, reale.
Il suo carattere determinato riesce a portarla dove vuole ma non solo: Jane Eyre non si accontenta mai, ad ogni traguardo raggiunto lei sposta l'asticella un po' più avanti e continua a crescere.

Jane è una donna forte: conduce (e vince) molte battaglie e infine accetta di occuparsi di un uomo che un tempo è stato forte e affascinante ma adesso avrà bisogno di lei in tutto e per tutto.


recensione jane eyre charlotte bronte
Questa immagine l'ho presa qui

CONCLUSIONI

Jane Eyre è un libro bellissimo e certamente entrerà nella mia lista dei libri preferiti dell'anno.
La lettura è stata davvero piacevole e appagante e, una volta finito, ho sentito quella sensazione che lasciano i libri belli una volta letti.

1 commento:

  1. tanto ho amato Cime tempestose, tanto non son riuscita ad apprezzare Jane Eyre

    RispondiElimina

Caro Anonimo, se vuoi insultarmi devi almeno metterci la faccia. Se non lo farai il tuo commento non verrà pubblicato perché allora non sarai una persona che vuole muovere una critica ma solo uno che vuole litigare. E io ho cose ben più serie da fare, nella vita, che litigare con uno che non ha neppure il coraggio delle proprie parole :)