giovedì 1 settembre 2011

I porri di Lemmy

Quest'uomo è Lemmy.
Non so se lo conoscete, io, ad esempio, non lo conoscevo.
Lemmy è un componente dei Motorhead.
Ma non è questo il punto. In questo post vorrei raccontarvi di come io sia venuta a conoscenza dell'esistenza di quest'uomo di nome Lemmy e dei suoi famigerati porri.

Un sera Claus fece una crostata alla marmellata, ma la dose non bastava per decorare la superficie della crostata con la classiche strisce di pasta, così Claus decise di fare piuttosto delle piccole palline da adagiare sulla marmellata.
Una volta cotta portò la crostata a tavola ed una nostra carissima nonchè tenerissima amica, Erika, additò la crostata con occhi luccicanti dicendo "I porri di Lemmy!".

Da quel momento in poi non ho mai più chiesto a Claus di fare una crostata bensì di cucinare i porri di Lemmy.

La crostata alla marmellata mi sa di casa, di tovaglia a quadri, di mamma degli anni '50 con indosso un grembiule, di mani screpolate, di ottobre, di inverno e di autunno, di tè, di plaid scozzesi, di camino, di ceste di vimini piene di tocchetti di legno, di attizzatoi e di neve, di zucchero a velo, di raffreddore, di parole, tante parole, di Scandinavia, di Inghilterra, di tappeti a quadri, di cesti di frutta, di barattoli di vetro, di farina sparsa sul ripiano, di gatti, di ricordi.

1 commento:

  1. i porri di lemmy sono super buoni..e io sgocciolo dagli occhi>__<

    RispondiElimina

Caro Anonimo, se vuoi insultarmi devi almeno metterci la faccia. Se non lo farai il tuo commento non verrà pubblicato perché allora non sarai una persona che vuole muovere una critica ma solo uno che vuole litigare. E io ho cose ben più serie da fare, nella vita, che litigare con uno che non ha neppure il coraggio delle proprie parole :)