venerdì 19 aprile 2013

Omelette salmone ed erba cipollina

Oggi ho provato per la prima volta una ricetta dall'ultimo manuale Dix acquistato, "Ricette facili e veloci" di Jenni Fleetwood.

Per un breve riassunto delle puntate precedenti: vado pazza per i manuali di cucina e pasticceria Dix e anche il consorte si è appassionato perchè hanno fatto anche un manuale sui cocktails. Risultato: abbiamo deciso di collezionarli e attualmente ne abbiamo cinque. Magari qualche volta faccio un post (o addirittura un video!) sui nostri manuali Dix. Vabè, per adesso torniamo alla frittata..
Oggi avevamo poco tempo per pranzare e mi è subito andato l'occhio su questo libro: l'ho un po' sfogliato e facendo un rigorosissimo controllo incrociato fra le ricette e gli ingredienti che avevo in casa il risultato ineluttabile è stato questo: Omelette con salmone ed erba cipollina.

Ecco il piccolino, il nuovo arrivato della famiglia Dix :)

Ecco gli ingredienti per due omelette:

4 uova
erba cipollina o cipollotti (o, come abbiamo fatto noi...coff coff...entrambi)
un po' di burro per ungere la padella
salmone affumicato sminuzzato
sale&pepe

Preparate l'impasto delle omelette ad una ad una non tutto insieme:  in un recipiente abbastanza ampio, rompete due uova, salate*, aggiungete metà dell'erba cipollina o del cipollotto sminuzzati (o, ribadisco, entrambi ^-^) e abbondante pepe.
*Col sale andateci piano perchè il salmone rende molto sapida questa preparazione

Ungete nel frattempo la padella e mettetela a riscaldare.

Non appena sarà ben calda versate il composto di uova e fatelo cuocere facendo dei "buchini" con un cucchiaio di legno e facendoli riempire col composto ancora liquido. Quando sarà tutto più o meno denso (non cotto, ma neppure completamente liquido) cospargete l'intera frittatina con la metà dei pezzetti di salmone e aiutandovi con una spatolina "ribaltate" metà dell'omelette creando la classica forma a mezza luna.

Lasciate cuocere per circa un minuto per parte e servite.

Procedete alla preparazione dell'altra omelette.

Bon apetit!

Nessun commento:

Posta un commento

Caro Anonimo, se vuoi insultarmi devi almeno metterci la faccia. Se non lo farai il tuo commento non verrà pubblicato perché allora non sarai una persona che vuole muovere una critica ma solo uno che vuole litigare. E io ho cose ben più serie da fare, nella vita, che litigare con uno che non ha neppure il coraggio delle proprie parole :)