sabato 27 aprile 2013

Post fatevicazzimiei: 27 aprile 2013

E' la custodia di Gossip girl, ve lo dico così, giusto che la
 luce l'ha censurata -.-"
Salve, approfitto di questo sabato sera solitario per scrivere un interessantissimo post fatevicazzimiei.

- Vi avverto che questo post è inaspettatamente lungo, armatevi di pazienza e coraggio -

- Innanzi tutto, la notiziona: ho finito di guardare per la millesima volta tutti e sette i miei cofanetti di Grey's Anatomy e sono passata a quelli di Gossip girl (ma di questo ho solo i primi due cofanetti quindi dovrò trovare a breve una soluzione o ripiegare sull'ennesimo "giro" di Grey's Anatomy).
Per inciso, l'ultima stagione di Grey's, quella attualmente in corso in USA, non mi entusiasma per niente tant'è che il consorte ieri mi ha detto "ah, ma domani esce la puntata di Grey's Anatomy" ed io nè lo ricordavo nè ho tutta questa voglia di vederla. Alla fine la vedrò però, questo è ovvio. Grey's Anatomy è uno dei più grandi controsensi della mia vita.

-  A proposito di home video, questa settimana il consorte ha allargato la nostra collezione di dvd acquistando Mission Impossible e Collateral. Sì, sono due film con Tom Cruise. Collateral non l'ho mai visto ma Mission Impossible è proprio uno di quei film minchioni e rilassanti da vedere quando hai avuto una giornata di merda e vorresti uccidere tutti.
Proprio alla ricerca di un film minchione di questo tipo la settimana scorsa siamo andati a vedere Oblivion - sì, ancora Tom Cruise - e devo dire che mi è piaciuto e non poco. La cosa positiva di questi film è che non creano quasi mai false aspettative. Cioè, tu che ti vai  vedere un film con Tom Cruise, ti aspetti il film dell'anno? No, ovvio. Ti aspetti un film minchione. E trovi un film minchione. Il film minchione non deluderà mai le tue aspettative, ricordalo.
Ha molto deluso le mie aspettative, invece, Educazione siberiana di Salvatores. Siamo andati a vederlo un paio di settimane fa circa, è un regista che, per quel che conosciamo, ci piace molto ma questa volta mi ha un po' delusa. Solo a me, perchè a Marco è piaciuto e la prima frase uscito dal cinema è stata "diventerò un siberiano" :D



- Mercoledì sera sono andata al cinema con mia madre e una nostra amica, Lidia. Avremmo dovuto vedere Treno di notte per Lisbona ma a causa di vari disguidi siamo finite a vedere La cuoca del Presidente.
Ora, in generale non posso dire che sia un brutto film perchè il primo tempo è carino, ha un buon ritmo, una bella fotografia e poi parla di cucina la qual cosa già mi appassiona di per sè, ma, mi chiedo, che problema hanno avuto sul finale? Lidia ha ipotizzato che il regista li abbia lasciati in asso e abbiano fatto finire il film alla bell'e meglio a qualcun altro. Il finale è a dir poco inconcludente. Tu, seduto nella tua orribile poltroncina di ciniglia, vedi iniziare a scorrere i titoli di coda e ti chiedi, in cuor tuo, e quindi?

- Checchè le mode dietistiche degli ultimi decenni possano dire il cibo è una cosa importantissima. E serve a tante cose, non solo a nutrirci. Io, ad esempio, mi stupisco sempre di quanto la cioccolata o le patatine fritte possano essere terapeutiche. Ovviamente ognuno ha il proprio cibo terapeutico, io ho questi due. Ah, e il caffè con panna di Feltrinelli. Lo so che è solo un misero effetto placebo e che un nutrizionasta o un dietista o un altro a caso di questi finti dottori che sono spuntati dal nulla negli ultimi dieci mesi mi direbbe che il fritto fa male, le tossine, i cancri, l'obesità, gli infarti... Ma andatevene tutti a fare in culo, va'. Le mie patatine fritte di ieri sera sono state terapeutiche eccome.
Certo ci sono gli effetti collaterali. A mangiar fritto e cioccolata spuntano i brufoli, oltre che la ciccia. Ma sapete che vi dico? Se siete giù di corda, mangiate la cioccolata, esagerate anche. E se vi spunta un brufolo contravvenite a tutte le regole di bellezza e schiacciatelo, fatelo fuori quello stronzetto. E se poi vi resta un appariscente bubbone rosso portatelo in giro con orgoglio perchè quello è il vostro bubbone della vittoria. Amen.

-Ieri sera io e il consorte abbiamo deciso di fare i giovani. Abbiamo trascorso il 25 aprile a letto a mangiare pizza e guardare Grey's Anatomy, niente scampagnate, carne arrostita sul fuoco, gruppi di allegri amici (mi viene un po' da ridere su quest'ultimo punto ma mi trattengo e molto signorilmente sorvolo..).
Ergo ieri sera dopo cena abbiamo fatto un salto alla Vucciria e poi al Malox - un locale mooooolto in voga di Palermo -, ci siamo immersi ben bene nell'humus dei palermitani del venerdì sera. Ovviamente da una serata come questa non può non emergere la conferma che li odio tutti. Sono gente senza capo nè coda. Ma la cosa che mi scoraggia più di tutte è che non si sanno comportare i vecchi come i giovani, gli acculturati come gli ignoranti. Non c'è differenza di estrazione sociale, i palermitani sono palermitani ovunque tu li prenda. Oggi dicevo proprio questo a mia madre: ma se anche i palermitani "fighi", radical chic andanti si comportano da palermitani, allora forse anch'io mi comporto da palermitana senza accorgermene. Sarebbe davvero un brutto colpo scoprirlo.
Ad ogni modo, io so che risulterò antipatica, davvero tanto antipatica, ma io e Marco siamo davvero belli. Io con quell'uomo ci passo ore immersa nel casino della Vucciria con un bicchiere di vino in mano a parlare di tutto e di più e sto bene, esco da là affrancata da tutte le merdate della settimana, come rigenerata. Sì lo so, se non la vivessi in prima persona sembrerebbe una stronzata anche a me ma questa relazione mi ha fatto rivalutare molte stronzate amorose, lo devo ammettere.

- Abbiamo comprato una lavatrice nuova super tecnologica e super figa che suona quando finisce di lavare.

-Questo pomeriggio sono andata con mia mamma da Feltrinelli. Abbiamo fatto un po' di acquisti (questa settimana la mia carta Feltrinelli si è vista accreditare almeno 70 cent di sconti, yuppi yeeee) e ci siamo prese un caffè. Anche oggi, neanche a dirlo, erano tutti per strada. Tutti dentro i negozi, tutti a passeggiare, a parlare, a rompere le palle al prossimo - la mia misantropia inizia a preoccuparmi..
Io ho preso Follia, un libro di Patrick McGrath che mi ha molto intrigata leggendo la sinossi. Vedremo.
Ah, sì la cosa più importante: per adesso da Feltrinelli c'è il 25% di sconto sugli Adelphi non so fino a quando duri però.


- Sto riscoprendo la meraviglia di andare in giro da sola. Camminare da sola per la città mi fa sentire di nuovo una sedicenne perduta nel mondo. Rinvigorisce lo spirito. L'unico inconveniente è che, andando in giro, guardo i negozi e mi viene tanta tanta voglia di comprare tutto.
Lo so, io sono una donna razionale e tendenzialmente comunista. So bene che tutti questi sono bisogni indotti creati dalla sovrastruttura - Karl Marx docet.. - MA come resistere ad un paio di scarpe a pois?
No, non le ho comprate anche perchè costavano 40€ e mi sembrava un po' un furto. Mercoledì scorso ho fatto un giro all'Ovs in cerca di qualche novità Essence, ma in realtà sono stata metà del tempo a sbavare sullo stand Shaka e metà del tempo a sbavare sulla collezione di Fiorucci xOvs (di cui fanno parte anche le scarpe). Ah, e poi ho visto una maglietta di Spongebob bellissima.

***

Credo di aver finito ogni aggiornamento possibile ed immaginabile, per chi è arrivato in fondo al post, giusto per allungare ancora un po' il sugo, qualche 
COMUNICAZIONE DI SERVIZIO

- ho una lista lunga così di video da fare e se il cielo di Palermo smettesse di essere plumbeo tutte le volte che io ho tempo magari potrei anche accorciarla. Questa settimana avevo detto sulla mia pagina Facebook -> [link] che avrei fatto un video in caso di luce naturale viva e presente. Neanche a dirlo, ha piovuto.

- vi faccio notare con moltissmo orgoglio che i followers di questo blog hanno superto i 100. In visione del taglio di questo traguardo avevo fatto un ordine da Elf in cui avevo preso anche qualche cosina per un mio "primo givaway". Fortuna ha voluto che l'ordine non sia mai arrivato, sono andata dietro alla tizia di Elf per una settimana per avere il rimborso - che fortunatamente ho ottenuto - però adesso mi ritrovo senza premio per il givaway. Vedrò di arrangiarmi in qualche modo, ho già quache idea. Stay tuned.

4 commenti:

  1. io ti adoro, mi ritrovo a leggerti spesso ormai e mi piace. mi piace il modo in cui fai critica e autocritica, il modo in cui guardi al mondo, in una maniera disillusa e affascinata da renderlo sempre interessante. da quello che ho potuto capire,anche tu da quando hai trovato l'Amore, hai perso qualcos'altro... i cosiddetti amici... come dici tu,e qui ci sta tutto,CHISSENE!! io come te,ho fatto la stessa scelta,a dire il vero non ho neanche scelto io,è avvenuto e basta!! certo a volte mi sono sentita sola, ma ti posso dire che secondo me era un percorso da seguire. con piacere a distanza di quasi 6 anni,ho ripreso i rapporti con un'amica,e nonostante il tempo ci siamo parlate come se non ci sentissimo dal giorno prima... cmq ele scusa le chiacchiere, un bacio e buona domenica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. figurati le chiacchiere fanno bene ^-^ Sì le cose sono andate più o meno così, mi sento sola spesso anche perchè in genere non sono una persona "che fa amicizia" quindi perdere quei pochi amici che mi ero guadagnata col sudore della fronte, come si suol dire, mi ha fatto male. Però sto iniziando a rivalutare la cosa perchè sì, mi mancano, ma mi accorgo che sono persone che alla fine non mi hanno voluto bene e che restano assieme ("uniti" contro di noi) solo perchè in fondo sono davvero soli. Fino a pochi mesi fa ero dentro quel gruppo e sapevo così dicevano alle spalle gli uni degli altri e oggi li vedo tutti felici e beati fare cose insieme uniti soltanto dall'ottusità di giudicare il prossimo senza capire. Ho perso questo ed ho guadagnato la persona con la quale vorrei passare il resto della mia vita, vedi un po' ^-^

      Elimina
  2. che dirti? mi hai colpita,ti seguirò con molto interesse

    RispondiElimina

Caro Anonimo, se vuoi insultarmi devi almeno metterci la faccia. Se non lo farai il tuo commento non verrà pubblicato perché allora non sarai una persona che vuole muovere una critica ma solo uno che vuole litigare. E io ho cose ben più serie da fare, nella vita, che litigare con uno che non ha neppure il coraggio delle proprie parole :)